Il mestiere del professore (14)

(Supplenza di latino)

Oggi sono entrato in una classe prima. Il loro professore di lettere è in malattia da un mese, non è stato nominato il supplente e ancora non hanno cominciato il latino. Quando l’ho saputo ho preso in mano la situazione: avevo solo un’ora di tempo.

Se ci pensate studiare la grammatica di una lingua è come comprendere come potrebbe funzionare un’applicazione informatica, una di quelle complicate: ciò che c’è da capire appartiene alle regole del meccanismo e del miseramente umano, rapporti di causa ed effetto. Non ci sono salti di logica, questioni filosofiche, impostazioni metafisiche, non ci sono complicazioni numeriche, interpretazioni. C’è solo materia da mettere in colonna.

Altro