Vino

E ci saremmo rivisti il giorno dopo, domenica, per dare un colpo finale alla storia, che ora mi sembra buona, così articolata in racconti brevi e lunghi. Invece ha portato delle bistecche e del vino francese, che è l’oscuro simbolo del peccato. La cosa è cominciata nella cucinetta, dove le ho tolto i pantaloni, lei intenta alle bistecche e dicendo: No, please, no, ed è continuata sul divano, e poi sul letto, dove adesso dorme. Tutto si è svolto con semplicità un po’ comica e in piena luce, riprendendo i nostri abbracci tra un piatto e l’altro.

(Ennio Flaiano, Melampus, 1974)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.