Bianco e nero

26 maggio 2019

Il mondo è colorato

di blu nel cielo

un arcobaleno di fiori e alberi

verdi, ma tu, cuore mio, t’ostini

al bianco e nero dei ricordi,

al cinematografo della gioventù.


Libreria

20 aprile 2017

Un angolo di poesie
a muro sulla parete bianca:
sfoglio un libro sottile,
leggo un verso, e poi un altro,
sbocciano tra le pagine due fiori
che parlano di me.


Alba

4 aprile 2017

La mattina
il pomeriggio
e la sera
e la notte
notte fonda e buio
e l’alba …


Distanza

2 aprile 2017

Sono sveglio
faccio il caffé.
Fai la brava,
e passati le dita tra le labbra
pensando a me.


Bacio

1 aprile 2017

Il dito tra le tue labbra
scorre liquido e
la breve via
da qui a lì
si bea d’un morso
d’usignolo tra i pini del Gianicolo.
E ridi, piccola,
ridi dei capricci della musica.


The end of the World

30 marzo 2017

La fine del mondo,
erbe tra case e strade e scale
umane, rovine e cielo
di piombo e azzurro e splendente
e silenzi immensi rotti
dal verso puntuto
d’uccelli mattutini.


Patologia

28 marzo 2017

Fiacca, stordisci,
sferza, amara vita,
momenti per sempre.
Ma io
bevo umori
d’antidoto al dolore,
bevo l’aria d’anima
viva, m’ubriaco
quand’anche di suoni,
sconfiggo il nemico innumerevole
come nubi al vento.


Un prete

19 marzo 2017

Un prete incontro di vecchia data
ancora giovane in apparenza,
eppure di profilo gli anni balzano tutti in mostra
e tutta si mostra la sobrietà
dei sette e passa lustri alle spalle
asciutti nelle gote non più generose
e grigie e incavate come solo
sorella morte sa lavorare, un prete vestito di grigio

che parla e dice
cose al limine della vita,
se cioé un hobby avrei preparato
alla mia di vecchiezza, io che non giovane giovane,
ma alla quasi mezza età ho dato il benvenuto,
un hobby dice …

Parlava di sè forse,
e del tempo e di cosa
ci sarà al termime del viaggio
se la carne ritornerà
in vita.


Felicità

6 marzo 2017

 

Non una parola

ho udito di felicità,

emozioni invece e commozioni

tante, spente allo girare

dei venti.


Punto fermo

4 marzo 2017

Il punto tuo nel mondo

di parole di gente

indifferente

che naviga ferma

e osserva terre lontane

di vite vicine,

il punto tuo

del mondo nostro

la sola coscienza sa

dove sia,

sbandata da marosi di desideri

che appartengono

come l’aria appartiene a tutti e tutti

potrebbero inquinarla …

il punto fermo

sei tu.

Resisti.